Cambiamento climatico e le conseguenze per il mare

Cambiamento climatico e le conseguenze per il mare

La sensibilizzazione verso l’ambiente e il cambiamento climatico, sta aumentando sempre più, alcuni report ci dicono che le cose vanno male. Seguendo le imprese della piccola Greta Thunberg sempre più persone stanno prendendo coscienza che il nostro Pianeta non sta bene. Occorre intervenire con tempestività prima che la situazione diventi irreversibile, per farlo è necessario che tutti contribuiscono. Il mare non è immune dal cambiamento climatico tanto meno dall’inquinamento, che secondo alcuni studi la situazione non è affatto buona.

Ad esempio, alcuni studi, questi mutamenti stanno cambiando anche le abitudini dei pesci, specie nelle aree tropicali e subtropicali. Molte specie di pesci si rifugiano in fondali dove sono presenti barriere artificiali, cambiando di fatto la natura di alcune vaste aree marine.

Cambiamo rotta per non “sbattere”

Quello che da più parti del mondo viene evidenziato, è il nostro stile di vita e le conseguenti attività inquinanti. La maggior parte degli studi suggerisce che occorre ridurre drasticamente il consumo di combustibili fossili. Ridurre l’inquinamento in generale e soprattutto liberare il mare da quella coltre di inquinamento plastico che lo soffoca.

Per chi ama la subacquea e il mare, non è neppure pensabile perdere la bellezza dei fondali, la fauna e quando di incredibile il mare ci regala a ogni occasione. Che Greta Thunberg sia riuscita a scuotere le coscienze del mondo e soprattutto di chi conta e ha il potere per agire è già un miracolo. Ma non basta!

Salviamo il mare per salvarci

Dal mare traiamo molti benefici diretti e indiretti, va tutelato per la nostra stessa sopravvivenza, quindi fondamentale. Ogni singola azione di ognuno di noi, può fare la differenza, il cambiamento climatico può essere invertito se noi prima cambiamo.

Se vogliamo continuare a fare immersioni e goderci il mare con tutte le sue meraviglie, dobbiamo cambiare stile di vita. Le nostre abitudini non devono e non possono essere lesive dell’ambiente, gli effetti saranno avversi per tutti. Facciamo la cosa giusta, adesso!