Immersioni in Repubblica Domenicana, incontri ravvicinati con la fauna marina È una delle isole caraibiche più grandi dopo Cuba, fare immersioni in Repubblica Domenicana è come scoprire il paradiso per i sub. L’isola è divisa in due, nella parte nord si trova lo Stato di Haiti, che purtroppo è stato desertificato per scelte politiche scellerate. La Rep. Domenicana è di grande rilevanza per la subacquea, sono decine i punti importanti dove fare immersioni di incredibile bellezza. Nella parte sub della capitale Santo Domingo, ci sono i punti di immersione più interessanti, dove il mare diventa un acquario dai mille colori. Nel litorale tra La Romana e l’isolotto Catalina e l’altro più a sud Soana, i luoghi migliori dove fare buone immersioni. Qui non sarà difficile incontrare specie di pesci che stazionano quasi esclusivamente in queste acque, come lo squalo gatto e razze a decine. Una meta tutta da scoprire Organizzare un viaggio per fare immersioni in Repubblica Domenicana, offrirà spunti per una vacanza davvero speciale. Il paese oltre il mare ricchissimo ha spiagge bellissime, con sabbia bianca e fine, una vegetazione lussureggiante tipica dei tropici. Alcuni relitti disseminati intorno all’isola sono raggiungibili a profondità che vanno dai 20 ai 35 metri, una di queste navi è la Enriquillo. Affondata a circa 18 metri di profondità in punto dove ci sono correnti forti. Vicino le scogliere di Hemingway, a una profondità di circa 25 metri si trova la Tanya V, una nave di 60 metri andata a fondo nel ’99. Qui sarà possibile vedere bellissimi coralli e spugne oltre ad una fauna di incredibile ricchezza. Nella parte nordoccidentale, si trova Piedra Bonita “La Torre”, si tratta di una roccia gigantesca a forma di torre a circa 60 metri. Ovviamente un’immersione per sub esperti, ma arrivarci sarà spettacolare con un’infinità di coralli, pesci, spugne e alcionacei. Immersioni che meritano un viaggio Certo non proprio vicino, ma fare immersioni in Repubblica Domenicana offre sicuramente una prospettiva fuori dal comune. Il paese è straordinariamente ricco sott’acqua quanto sulla terraferma. Un autentico paradiso in tutti i sensi, dove il creatore è stato particolarmente generoso. Le qualità indiscutibili di questo paese sono confermate anche dagli ingenti investimenti cinesi. In questi ultimi 3 anni hanno portato interessanti è importanti risorse economiche che stanno facendo crescere enormemente il paese.

Immersioni in Repubblica Domenicana, incontri ravvicinati con la fauna marina

È una delle isole caraibiche più grandi dopo Cuba, fare immersioni in Repubblica Domenicana è come scoprire il paradiso per i sub. L’isola è divisa in due, nella parte nord si trova lo Stato di Haiti, che purtroppo è stato desertificato per scelte politiche scellerate. La Rep. Domenicana è di grande rilevanza per la subacquea, sono decine i punti importanti dove fare immersioni di incredibile bellezza.

Nella parte sud della capitale Santo Domingo, ci sono i punti di immersione più interessanti, dove il mare diventa un acquario dai mille colori. Nel litorale tra La Romana e l’isolotto Catalina e l’altro più a sud Soana, i luoghi migliori dove fare buone immersioni. Qui non sarà difficile incontrare specie di pesci che stazionano quasi esclusivamente in queste acque, come lo squalo gatto e razze a decine.

Una meta tutta da scoprire

Organizzare un viaggio per fare immersioni in Repubblica Domenicana, offrirà spunti per una vacanza davvero speciale. Il paese oltre il mare ricchissimo ha spiagge bellissime, con sabbia bianca e fine, una vegetazione lussureggiante tipica dei tropici. Alcuni relitti disseminati intorno all’isola sono raggiungibili a profondità che vanno dai 20 ai 35 metri, una di queste navi è la Enriquillo. Affondata a circa 18 metri di profondità in punto dove ci sono correnti forti.

Vicino le scogliere di Hemingway, a una profondità di circa 25 metri si trova la Tanya V, una nave di 60 metri andata a fondo nel ’99. Qui sarà possibile vedere bellissimi coralli e spugne oltre ad una fauna di incredibile ricchezza. Nella parte nordoccidentale, si trova Piedra Bonita “La Torre”, si tratta di una roccia gigantesca a forma di torre a circa 60 metri. Ovviamente un’immersione per sub esperti, ma arrivarci sarà spettacolare con un’infinità di coralli, pesci, spugne e alcionacei.

Immersioni che meritano un viaggio

Certo non proprio vicino, ma fare immersioni in Repubblica Domenicana offre sicuramente una prospettiva fuori dal comune. Il paese è straordinariamente ricco sott’acqua quanto sulla terraferma.

Un autentico paradiso in tutti i sensi, dove il creatore è stato particolarmente generoso. Le qualità indiscutibili di questo paese sono confermate anche dagli ingenti investimenti cinesi. In questi ultimi 3 anni hanno portato interessanti è importanti risorse economiche che stanno facendo crescere enormemente il paese.