Musei sottomarini, la tendenza artistica del mare

Musei sottomarini, la tendenza artistica del mare

Il mare è già ricco di suo certamente, ma questa idea dei musei sottomarini è gran una bella iniziativa. Sono decine in varie parti del mondo, uno più suggestivo dell’altro, si trovano a varie profondità in genere facili da raggiungere. I musei sottomarini evidenziano due tendenze, la prima è ovviamente l’interesse crescente per la subacquea. La seconda quella dell’arte che cerca nuove forme e, in questo caso dimensioni che non siano quelle tradizionali. Musei e Gallerie per attrarre, è chiaro che dietro queste operazioni di marketing ci sono degli interessi, come quello di attrarre turisti in varie località.

Siti sottomarini che diventano mete turistiche, fantastico, un motivo in più per molti subacquei futuri, di avviarsi alla subacquea. I musei sottomarini li troviamo in località note e interessanti. Ad esempio, per l’Italia abbiamo l’installazione del MuMart, il museo marittimo d’arte del Golfo Aranci, in Sardegna. Ma anche alle Canarie con l’installazione di Jason de Caires Taylor nel museo Atlantico di Lanzarote.

Tour d’arte sottomarini

I più importanti musei sottomarini sono per ora una decina, ma possiamo stare certi che molti altri se ne aggiungeranno nei prossimi anni. La straordinarietà di questa idea è che cambia anche in parte il paradigma dell’arte, ora diventata anche sottomarina. Ricordiamo anche la pittrice Olga Belka, che realizza le sue opere sott’acqua, uno stile tutto suo realizzato in condizioni certo non facili.

Stiamo assistendo ad alcuni fenomeni che sicuramente non sono consueti, ma che di sicuro sono apprezzati dai sub di tutto il mondo. Del resto, l’arte non ha limiti, ne confini, tutto è arte compresa la stessa natura sottomarina. Con i musei si sta solo evidenziando la potenza di quella gran maestra d’arte che è la natura.

Tutti in acqua per la cultura

Ben venga ogni iniziativa che incentiva la subacquea, lo spirito di avventura ed esplorativo di ogni individuo. I musei sottomarini sono sicuramente funzionali anche come promozione dell’attività subacquea, del resto si ammira bellezza immersi nella bellezza!

Per le prossime vacanze i sub possono dire che faranno immersioni culturali … giusto per non essere da meno di quanti sono soliti andare al museo camminando 😊